Le Immersioni


Secca della Colombara

E’ sicuramente una delle più belle immersioni dell’isola. Il grande cappello (dove a volte è possibile incontrare un po’ di corrente) si trova ad una profondità di circa 10 metri, ma il suo punto più basso è a 3 metri. Dalla parte che guarda nord - ovest una parete di basalti colonnari conduce ad un pianoro di grossi massi ricchi di coralligeno, habitat ideale per grossi serranidi quali cernie brune, cernie dorate e dotti. Sulla sinistra intorno ai –30 metri una stupenda parete (con il suo famoso “mammellone”) scende fino a – 45 metri.
Qui sono visibili, paramuricee, alghe calcaree, astroides, spugne e colonie di ascidie. Sul fondo vi sono spugne rosa a canna d’organo, incontro abbastanza insolito nel Mediterraneo. Si possono incontrare inoltre pesci pelagici, quali barracuda, ricciole e, con un po’ di fortuna, grossi tonni. Sono stanziali grossi banchi di salpe, saraghi ed occhiate. La secca risale quindi dolcemente da –50 metri al cappello.

  • Profondità da -3 mt a -40 mt

    Difficoltà: Facile/impegnativa

Scoglio del Medico

Scoglio affiorante a poche decine di metri dalla zona della riserva integrale, dove è possibile effettuare almeno quattro immersioni differenti, tutte caratterizzate dall’acqua cristallina di Ustica e dall’enorme quantità di pesci.
Versante di levante (profondità da -15 a –35 mt). E’ un’immersione dedicata a chi vuole vedere soprattutto pesce. Cernie e barracuda sono le principali “attrazioni”. Muovendosi lentamente e con attenzione è possibile avvicinare i numerosi pesci presenti. Banchi di salpe, occhiate e grossi saraghi accompagnano i subacquei rendendo l’immersione indimenticabile.
Canyon di ponente (profondità da –14 a –50 mt). Dopo avere incontrato alcune cernie stanziali, si giunge all’ingresso di un canyon molto suggestivo. Uno dei numerosi anfratti ospita la tana di cinque o sei corvine che spesso si lasciano osservare per lunghi tratti.

  • Profondità da -12 mt a -50 mt

    Difficoltà: Facile/impegnativa

PUNTA DELL’ARPA

Una prateria di Posidonia accompagna la discesa dei sub sino a due scogli colonizzati da gorgonie rosse (le più belle dell’isola di Ustica), rose di mare, gorgonie gialle, astroides, spugne, alghe calcaree. Durante l’immersione è possibile incontrare solitari barracuda in caccia.

  • Profondità da -7 mt a -40 mt

    Difficoltà:Facile/Impegnativa

Grotta dei gamberi

E’ una delle più famose immersioni a Ustica e un’esperienza da non perdere per gli amanti delle grotte. Incontrerai sciami fittissimi di plesionika narval, i gamberetti usticesi. Una grossa roccia nasconde per qualche istante l’entrata ma, il gioco di luce è davvero mozzafiato.

  • Profondità da -42 mt a -26 mt

    Difficoltà:Impegnativa

    PUNTA Falconeria

    Costeggiando una coloratissima parete si arriva all’ingresso di una grotta dal fondale sabbioso. Al suo interno sono visibili spugne calcaree e gamberetti usticesi. Usciti dalla grotta l’immersione continua seguendo la parete dove è facile incontrare musdee, polpi e piccole cerniotte.

    • Profondità da -24 mt a -35 mt

      Difficoltà:Facile

      Grotta delle Cipree

      Si tratta di un’enorme grotta in cui, in alcuni tratti, è possibile respirare senza l’erogatore. Seguendo il percorso inverso è affascinante lasciarsi guidare dalla luce proveniente dalla larga entrata, che regala bellissimi effetti.

      • Profondità da -18 mt a 0 mt

        Difficoltà:Impegnativa

      Cala galera

      E’ possibile effettuare più immersioni a profondità differenti vedendo ugualmente una grande quantità di pesci. Cernie, saraghi, salpe, occhiate ti accompagnano lungo il percorso. Se lo desideri puoi proseguire fuori dalla costa verso dei grossi scogli colorati da numerose gorgonie rosse...

      • Profondità da -18 mt a -45 mt

        Difficoltà:Facile/Impegnativa

        PIramidi

        L’incredibile limpidezza dell’acqua esalta i bellissimi giochi di luce visibili durante l’intero percorso Entrando da un suggestivo canyon si continua percorrendo stretti passaggi per raggiungere una serie di grotte.

        • Profondità da -14 mt a -50 mt

          Difficoltà:Impegnativa

          Grotta Totò

          Scoperta pochi anni fa, è un’immersione che regala spettacoli mozzafiato. Al suo interno sono visibili spugne calcaree e Plesionika Narval, i famosi gamberetti usticesi. L’accesso, consigliato a subacquei esperti, è limitato al massimo a tre subacquei accompagnati dalla guida.

          • Profondità da -10 mt a 0 mt

            Difficoltà:Impegnativa

            Secchitello

            La secca è formata da una serie di massi che da un fondale di circa -50 metri salgono ad una batimetria di –24 metri. Caratterizzano l’immersione una massiccia presenza di paramuricee e robusti rami di corallo nero.

            • Profondità da -26 mt a 50 mt

              Difficoltà:Impegnativa